fbpx
Segui docums su

Italiano

Giosuè Carducci Biografia

Carducci fu ostile al sentimentalismo romantico e allo spiritualismo che caratterizzavano la poesia italiana di quegli anni, e fu acceso sostenitore di un ritorno alle forme classiche e al naturalismo pagano.

Giosuè Carducci biografia

Giosuè Carducci nasce a Valdicastello, in Versilia, il 27 luglio 1835. Trascorre l’adolescenza tra Castagneto e Bolgheri, in Maremma, dove il padre esercita la professione di medico condotto.

Il paesaggio maremmano, con la sua natura selvaggia e primitiva, influenza profondamente l’indole ribelle del giovane poeta. Più tardi lo descriverà in molte sue liriche.

Quando il padre, per le sue idee politiche liberali, perde il lavoro, la famiglia si trasferisce a Firenze, dove Giosuè studia alle scuole dei Padri scolopi. Subito dopo la laurea Carducci inizia la sua carriera di professore al ginnasio di San Miniato al Tedesco.

Appassionato cultore della poesia greca e latina, a Firenze il poeta dà vita, con Giuseppe Chiarini e altri, al gruppo degli, formato da giovani letterati. Nel 1857 pubblica il suo primo volume di Rime, poi in gran parte confluite nella raccolta Levia gravia.

 

Nello stesso anno il fratello Dante si suicida dopo un violento litigio con il padre, che muore l’anno seguente. Le tragedia famigliare costringe Carducci che è stato sospeso dall’insegnamento per le sue idee politiche ad assumersi la responsabilità della famiglia, dando lezione private e curando alcune edizioni di classici. In questo periodo Carducci matura idee giacobine e repubblicane.

Inoltre nel 1868 pubblica la raccolta Levia gravia, mentre compone altri testi.

 

Nel 1870 muoiono la madre del poeta e suo figlio Dante, di soli tre anni: questi lutti precipitano Carducci in una crisi depressiva da cui si riprende grazie alla relazione extraconiugale con Carolina Cristofori Piva, cantata in molte liriche con il nome di Lidia.

Nuove pubblicazioni:

Nel 1871 la pubblicazione di una raccolta organica di Poesie cui seguiranno le Nuove poesie nel 1873 viene accolta con favore e procura a Carducci una certa fama letteraria. I suoi orientamenti politici stanno però mutando radicalmente, sopratutto dopo l’incontro con i Savoia in visita a Bologna.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Di più in Italiano