fbpx
Segui docums su

Biologia

Che cosa si intende per l’ecosistema e catena alimentare

L’ecosistema è l’insieme dei fattori biotici e abiotici di una certa zona e della relazioni tra essi s’instaurano.

Ciò che caratterizza un ambiente naturale non è solo l’insieme dei fattori presenti, ma anche e soprattutto l’insieme delle relazioni che si instaurano tra essi. Ogni singolo elemento di un ambiente è influenzato da tutti gli altri, in modo diretto o indiretto. Interpretando questo concetto, nel 1866 il biologo tedesco Ernst Haekel inventò il termine ecologia che indicò ben presto un nuovo campo di studiò delle scienze.
Quando oltre l’insieme di elementi presenti in un ambiente, consideriamo anche le relazioni tra essi si parla allora di l’ecosistema.

I Biomi:

Per studiare il gran numero di ecosistemi presenti sul nostro pianeta, essi sono stati raggruppati in biomi. Un bioma è un insieme di ecosistema con caratteristiche simili.
I biomi si distinguono in biomi acquatici e biomi terresti:

  • Gli acquatici rappresentano più dei due terzi della superficie terreste e possono essere d’acqua salata o dolce, cioè con pochi sali disciolti.
  • Mentre quelli terrestri prendono il nome dai vegetali più importanti in quella particolare zona. Ogni continente ha biomi come deserti, praterie, foreste, che indicano quindi non un solo luogo geografico, ma tutte le aree geografiche caratteristiche dalla stessa vegetazione dominante.

 

I principali biomi terrestri sono 9: la tundra, la macchia mediterranea, la foresta di latifoglie, la foresta pluviale o tropicale, la prateria, la savana, i deserti caldi, la foresta di conifere e le regioni polari.

Che cos’è la Catena Alimentare:

La catena alimentare è la sequenza di organismi attraverso i quali l’energia fluisce sotto forma di molecole nutritizie; in altre parole, è la successione con cui alcuni organismi si alimentano di quelli che li precedono e costituiscono alimento per quelli che li seguono.
Ogni catena alimentare è formata da tre componenti fondamentali:

  • produttori: organismi in grado di trasformare semplici composti chimici inorganici, disponibili nell’ambiente, in sostanze organiche (organismi autotrofi).
  • consumatori: organismi eterotrofi che si nutrono del materiale organico fornito dai produttori, in modo diretto (consumatori primari, erbivori) oppure indiretto (consumatori secondari, carnivori).
  • decompositori: organismi che si nutrono di organismi morti o delle deiezioni di quelli vivi; degradano le sostanze organiche complesse in molecole semplici che potranno essere riutilizzate dai produttori. Il ruolo di decompositori è svolto principalmente dai batteri e dai funghi.
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Di più in Biologia

  • Animali Vertebrati

    I Vertebrati sono caratterizzati da una struttura scheletrica osseo e/o cartilaginea, ad esempio cane,...

  • Animali invertebrati

    Gli animali invertebrati sono animali senza colonna vertebrale ad esempio i pesci, mammiferi, uccelli,...

  • I pesci

    I pesci appartengono alla grande classe dei vertebrati e sono animali eterotermi in altre...

  • Caratteristiche Pesci

    I pesci appartengono alla grande classe dei vertebrati e sono animali eterotermi in altre...