fbpx
Segui docums su

Anatomia

Che cos’è il tessuto Muscolare e Nervoso e come funziona

Il tessuto muscolare è di mantenere la postura e, in collaborazione con le ossa, di consentire il movimento. Mentre il tessuto nervoso esercita il principale controllo sulle reazioni dell’organismo ai cambiamenti dell’ambiente esterno e interno.

Tutte le cellule del nostro corpo sono più o meno capaci di contrarsi o di muoversi, ma solo le cellule del tessuto muscolare sono altamente specializzate per questa funzione. Il movimento degli animali è la manifestazione più vistosa di questa attività cellulare. Il tessuto muscolare si distinguono tre principali tipi: striato,cardiaco e liscio.

  • Tessuto muscolare striato: così detto per come appare al microscopio. E’ quello dei muscoli scheletrici: effettua i movimenti volontari e può essere veloce e potente.
  • Tessuto muscolare cardiaco: Simile a quello striato è costituito da cellule più piccole e ha un funzionamento molto particolare.
  • Tessuto muscolare liscio: Si trova sopratutto associato al tubo digerente, ai vasi sanguigni e ali organi genitali. Presiede ai movimenti lenti e involontari.

Tessuto nervoso:

L’unità di base del tessuto nervoso è la cellula nervosa, detta neurone. I neuroni sono dotati di due importanti proprietà:

  • eccitabilità, cioè capacità di ricevere stimoli e trasformarli in impulsi nervosi;
  • conducibilità, cioè capacità di trasportare gli impulsi nervosi e trasmetterli a un’altra cellula.

Il neurone è formato da un corpo cellulare, il pirenoforo, da cui di dipartono due o più prolungamenti: un assone (o neurite) e uno o più dendriti; un dendrite è un prolungamento che trasmette gli stimoli dalla periferia al corpo cellulare, mentre l’assone conduce gli impulsi in direzione centrifuga rispetto al corpo cellulare. I neuroni sono organizzati in una fitta rete di vie nervose, che permette di ricevere gli stimoli proveniente dall’ambiente e di rispondere e essi.

I neuroni costituiscono solo il 10% circa di tutte le cellule del sistema nervoso, infatti sono accompagnati dalle cellule gliali, con la funzione di nutrire e sostenere i neuroni stessi. Fra le cellule gliali si ricordano le cellule di Schwann, che formano la guaina mielinica che riveste i neuroni del sistema nervoso periferico, gli oligodendrociti, che hanno la stessa funzione nel sistema nervoso centraie, la microglia, e gli astrociti.

Nel corpo umano i diversi tessuti si aggregano a formare gli organi, strutture ben definite sia nella forma, sia nella funzione, come per esempio l’occhio o il rene. A un livello organizzativo superiore, più organi possono unirsi collaborando allo svolgimento di una stessa funzione, formando così un sistema.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Di più in Anatomia