fbpx
Segui docums su

Anatomia

Gli strati della pelle

L’uomo, come gli esseri viventi, possiede un rivestimento che lo protegge e contemporaneamente lo mette in comunicazione con l’ambiente esterno. Il rivestimento dell’uomo contiene diversi organi e strutture e forma un vero e proprio apparato, detto apparato tegumentario.
Questo apparato costituisce una vera e proprio barriera tra noi e l’ambiente esterno, svolge diverse funzioni ed è formato dalla pelle o cute e dagli annessi cutanei: peli, unghie e ghiandole.
La sua superficie non è liscia e uguale in tutti i punti, varia da zona a zona e presenta una serie si solchi paralleli. Questi solchi sul palmo della mano e sulle dita sono profondi per il movimento delle articolazioni. Sui polpastrelli invece formano dei disegni particolari, diversi per ciascun individuo e talmente caratteristici da essere addirittura usati come segni di riconoscimento, le cosiddette impronte digitali.

La pelle è quasi ovunque ricoperta di peli che sono di dimensioni e quantità diverse a seconda della zona in cui si trovano. Servono a migliorare l’isolamento termico della pelle e ad aumentarne la sensibilità. Inoltre, sulla sua superficie si vedono i pori di uscita delle ghiandole sudoripare che si trovano in profondità.

Quando viene danneggiata guarisce, sostituendo il tessuto mancante, ma formando una cicatrice. Come tutti gli organi anche la pelle invecchia. Col passare del tempo la sostituzione delle cellule che si sfaldano e vengono eliminate diventa più lenta; lo strato superficiale che protegge il corpo diventa sempre più sottile e fragile e svolge i suoi compiti in modo meno efficiente.

Strati della pelle:

La pelle è formata da due parti differenti:

  • l’epidermide, più esterna, composta da strati diversi;
  • il derma, più profondo ricco di vasi sanguigni, terminazioni nervose, ghiandole e fibre muscolari.
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Di più in Anatomia